Archivi tag: Biennale

Artisti italiani per la Biennale dello Xinjiang | Marcantonio Lunardi News

Encountering: New Art on the Silk Road
2nd Xinjiang International Art Biennale, 2014
A cura di Peng Feng
Consulente per il panorama italiano e
collaborazione selezione artisti: Maria Yvonne Pugliese

Xinjiang International Convention & Exhibition Center
Urumqi, Xinjiang, China
dal 25.6.2014 al 23.7.2014

Stefano Arienti, Bianco-Valente, Stefano Cagol,
Aldo Giannotti, Piero Gilardi, Massimo Kaufmann,
Iler Melioli, Marcantonio Lunardi, Cristina Treppo, Patrick Tuttofuoco,
Devis Venturelli, Dany Vescovi

La Biennale presenta 132 artisti provenienti da 18 paesi: Bulgaria, Canada, Cina, Croazia Egitto, Grecia, Korea, Kyrgyzstan, India, Iran, Iraq, Italia, Nepal, Siria, Stati Uniti d’America, Tunisia, Turchia, Uzbekistan.
La Via della Seta è una strada leggendaria, un invisibile filo che per secoli ha tenuto uniti Oriente ed Occidente, favorendo gli scambi commerciali ma anche il transito e la contaminazione di idee e culture. I segni di quel passato – la cui gloria venne interrotta dalla scoperta delle nuove rotte oceaniche – perdurano in alcuni luoghi emblematici, capaci ancora di raccontare quella complessità e contaminazione precorritrice dell’attuale mondo
globalizzato.
Tra questi Urumqi – capitale della Regione Autonoma Uigura dello Xinjiang. Una città moderna con 5 milioni di abitanti che vanta un’economia vivacissima e si sta rapidamente affermando come uno dei principali centri urbani dell’Asia centrale.
Consapevoli di questo suo antico ruolo, il Ministero della Cultura della Repubblica Popolare Cinese con il Dipartimento della Cultura del Governo di Xinjiang e il Governo Municipale di Urumqi sostengono Encountering: New Art on the Silk Road. Xinjiang International Art Biennale.
Il curatore è Peng Feng, vice preside del Dipartimento di Estetica e Ricerche Pedagogiche dell’Università di Pechino, conosciuto in Italia anche per la sua curatela del Padiglione Cinese alla Biennale di Venezia del 2011.
Encountering: New Art on the Silk Road“, traccia dei parallelismi tra l’influenza storica di questa regione e la risonanza contemporanea. La Biennale è un omaggio al ruolo della città di Urumqi nel collegare Oriente e Occidente; è la celebrazione degli scambi artistici e culturali che oggi sono ulteriormente amplificati dalla globalizzazione.” racconta Peng Feng.
Maria Yvonne Pugliese ha ricevuto direttamente da Peng Feng l’invito a collaborare come consulente per il panorama italiano. Si sono incontrati per la prima volta nel 2012, a Pechino, durante un viaggio in cui Pugliese cercava un avvicinamento alla cultura estetica orientale e alla Cina in generale. A quel momento di reciproca conoscenza e piacevole confronto, ne sono seguiti molti altri. Fino all’invito di Peng a collaborare nella selezione di alcuni artisti rappresentativi del fermento artistico del Mediterraneo. Il lavoro di ricognizione di Pugliese sulla ricerca artistica in Italia è principalmente rivolto a quelle esperienze di poetica e di ricerca in itinere che, nell’ambito delle diverse discipline, siano in grado di registrare sensibilmente i processi di trasformazione interni al clima sociale contemporaneo e al suo divenire.

_____________________________________________________________________________________

Sarà possibile seguire la Biennale sotto forma di una quasi diretta, collegandosi al blog http://www.mariayvonnepugliese.it

Etnik at the Second Biennial International Graffiti Fine Art | Graffuturism

Etnik recently took part in Brazil’s Second Graffiti International Graffiti Fine Art. Utilizing sculptural elements installed in the exhibition space, Etnik juxtaposes geometry with the natural elements of plants and trees. The addition of the branch with wilted leaves is a stark contrast to the geometric sculpture that enhances the installation with a sense of the fleeting nature of graffiti.

GF

Via Etnik at the Second Biennial International Graffiti Fine Art | Graffuturism.

2nd International Biennal of Graffiti Fine Art @ MuBE San Paolo | Brasil

Banque PSA Finance of Brazil

presenta

2nd International Biennal of Graffiti Fine Art

MuBE

Offrire una veduta d’insieme degli stili più diversi, delle tecniche e del concetto di graffito, con lavori di artisti nazionali e stranieri riconosciuti nel mondo dell’arte urbana. Questa è lo scopo della 2° International Biennal of Graffiti Fine Art, progetto principale del Museo Brasiliano di Scultura (MuBE) che arriva alla sua seconda edizione, grazie alla legislatura di Rouanet, al patrocinio del Banque PSA Finanza del Brasile e al sostegno del Constructer Azevedo Travassos.

La Biennale internazionale di Graffiti del MuBE vede la sua prima edizione nel settembre 2010, dove presenta la storia dei graffiti in Brasile e nel mondo, le influenze con diversi movimenti artistici del XX secolo e la sua importanza nelle manifestazioni culturali ed artistiche contemporanee legate direttamente alla cultura urbana. “Questo è il primo evento nel calendario corrente del MuBE con il quale ci inseriamo nuovamente all’interno della scena culturale ed urbana di São Paulo” ha detto Renata Junqueira, Direttore delle Relazioni Internazionali ed ideatrice della Biennale. “Il nostro progetto sostiene i trend mondiali di graffiti e mette artisti nazionali in contatto coi grandi nomi. Non solo è un’opportunità per questi artisti, ma anche per il pubblico per cominciare ad apprezzare quest’arte.”

L’esposizione sarà visibile dal 22 gennaio al 24 febbraio in tutti gli spazi espositivi del museo. Importanti nomi internazionali saranno presenti a questa Biennale come Kongo, Etnik, BCE, Kress, Daze e Wernz, oltre ai brasiliani Nunca, Speto, Finok, DMS e Minhau (che costruirà un gatto di legno di circa 4 metri). Gli artisti presenti in questa edizione realizzeranno installazioni, dipinti, fotografie e sculture, nonché interventi in due auto. “Quest’anno abbiamo 50 artisti che presenteranno lavori collettivi e individuali del tutto esclusivi. La configurazione dell’esposizione presenterà anche un’allestimento completamente diverso dall’edizione precedente”, dice Binho Ribeiro, organizzatore dell’esposizione, che aggiunge: “Il pubblico avrà accesso durante i lavori degli importanti” artisti  esponenti.

2nd Biennal International Graffiti Fine Art

MuBE – Brazilian Museum of Sculpture

Apertura al pubblico – January 22nd, 2013

Chiusura: February 24th

Free admission

Indirizzo: Avenida Europa, 218. Sao Paulo

Information: 11 2594-2601, mube@mube.art.br / http://www.mube.art.br

Opening hours: Tuesday to Sunday from 10h to 19h

 

 

To provide an overview of the most diverse styles, techniques and concepts of graffiti, with works of national and foreign artists recognized in the urban art world. This is the goal of the International Biennal of Graffiti Fine Art, main authoral project of Brazilian Museum of Sculpture (MuBE), which reaches its second edition. Exposure is from January 22nd to February 24th in all the exhibition spaces of the museum.

Prominent international names will be present at the Biennale as Kongo, Etnik, ECB, Kress, Daze and Wernz, besides the Brazilian Nunka, Speto, Finok, DMS and Minhau – that will build installation of a cat timber with about 4 meters. The artists in this issue will bring panels, installations, paintings, photographs, paintings and sculptures, as well as interventions in two cars.

The Biennal International Graffiti FineArt of MuBE had his first edition in September 2010 and presented the history of graffiti in Brazil and the world, their influences with different artistic movements of the twentieth century, and its relevance in contemporary cultural and artistic manifestations directly related to urban culture. “This is the premier event in the current calendar of MuBE and will put us back in the circuit of cultural and urban scenario of Sao Paulo” said Renata Junqueira, Director of International Relations and idealizer of the Biennal. “Our  project supports the worldwide trends of graffiti and puts national artists in contact with big names. It is an opportunity not only for these graffiti artists, but also for the public to appreciate this art”, she adds.

“This year we have 50 artists who will present collective and individual works all exclusive. The format of the exhibition will also feature a fully different assembly from the previous edition”, says  Binho Ribeiro, curator of the exhibition, which adds: “The public will have access to works by important  exponents artists”.

The International Graffiti Fine Art Biennal is made possible through the legislation of Rouanet law, sponsored by Banque PSA Finance of Brazil and supported  by  the Constructer Azevedo Travassos. Inspired by the success of the exhibitions of Graffiti Fine Art, MuBE created the International Biennal of Graffiti Fine Art to show the diversity and quality of street art. The first happened in September 2010, occupied the entire area of ​​the museum and brought together leading names in street art in Brazil and the world.

The Brazilian Museum of Sculpture (MuBE) develops extensive and diverse cultural program, with exhibitions, courses, seminars, lectures, piano recitals,cinema and theater. On average, 25 exhibitions per year are realized, with shows of renowned  national and international artists and space for new talents. The museum receives approximately 150,000 visitors per year. The exhibits includes  educational tours for children, students, seniors and all groups of public.

2nd Biennal International Graffiti Fine Art

MuBE – Brazilian Museum of Sculpture

Opening to the public – January 22nd, 2013

Closing date: February 24th

Free admission

Address: Avenida Europa, 218. Sao Paulo

Information: 11 2594-2601, mube@mube.art.br / http://www.mube.art.br

Opening hours: Tuesday to Sunday from 10h to 19h