Archivi tag: Cinema Arsenale

Ondavideo 2013 | Omaggio alla videoarte

Da Martedì 7 ottobre a Martedì 5 Novembre

Ideazione e coordinamento dell’edizione 2013: Andreina Di Brino, Sandra Lischi, Elena Marcheschi.

Ondavideo 2013 è sostenuta da Comune di Pisa – Assessorato alla Cultura; Cineclub Arsenale, Pisa; in collaborazione con: INVIDEO, Milano; Corso di laurea in Discipline dello Spettacolo e della Comunicazione, Università di Pisa; Teche RAI.

Le arti elettroniche compiono nel 2013 cinquant’anni di vita. In questa storia, Pisa si è distinta per un ruolo pionieristico: qui è stata pubblicata la prima antologia italiana dedicata alla videoarte internazionale ed escono tuttora numerose pubblicazioni; qui, da quasi trent’anni, le manifestazioni di “Ondavideo” hanno attratto importanti artisti e studiosi. Qui tanti autori noti e meno noti si sono misurati in video con la bellezza della città. Qui, grazie a una proficua sinergia con l‘università, si sono formate generazioni di studiosi e di artisti che hanno saputo trarre da questo humus cittadino spunti e ispirazioni per il proprio percorso espressivo; ed è nata una realtà di associazioni e iniziative ispirate alla creatività delle immagini elettroniche, o che dialogano con essa anche in attività espositive. Ondavideo 2013 rende omaggio alla videoarte con una serie di iniziative, dal 7 al 9 ottobre, e attività collaterali nei mesi successivi, che prevederanno anche un incontro sulla storica Videoteca Giaccari.

Programma

Lunedì 7 ottobre, ore 21, cineclub ARSENALE: “Visioni eccentriche”, rassegna di novità internazionali recenti di videoarte: corti, animazione, immagini in metamorfosi. La serata è introdotta da un “Omaggio a Paolo Rosa”, artista, uno dei fondatori di “Studio Azzurro”, docente, teorico, recentemente scomparso.

Martedì 8 ottobre, ore 17.30, Biblioteca SMS, Viale delle Piagge, Pisa: “Pisa e la videoarte”. La creatività videoartistica in relazione con la città di Pisa. Proiezioni, commenti e progetti nel confronto con artisti, videomaker e associazioni cittadine.

Mercoledì 9 ottobre, ore 12, Dipartimento di Civiltà e Forme del Sapere, Via Trieste 38: “Oltre la videoarte”: le installazioni interattive di Aurora Meccanica. Formatisi all’Università di Pisa, i giovani componenti di Aurora Meccanica presentano in un seminario aperto al pubblico la loro attività, con una ricca scelta di esempi delle opere più importanti realizzate finora Ottobre-novembre, Cineclub Arsenale: “La sperimentazione in RAI”. Rassegna a cura di Italo Moscati, protagonista della Ricerca e Sperimentazione RAI.

Lunedì 4 novembre, ore 21, all’Arsenale: Italo Moscati presenta la rassegna e il suo film Lapsus. Storie di poeti e di viandanti e il 5 novembre incontra gli studenti universitari al Dip. di Civiltà e Forme del Sapere, Via Trieste 38, ore 12. Tutte le iniziative sono a ingresso libero.

Ondavideo

http://ondavideo.arte.unipi.it/

 

Cineclub Arsenale

vicolo Scaramucci, 4 – Pisa

http://www.arsenalecinema.it

 

SMS Biblio

viale delle Piagge – Pisa

050/8669200 – mail:smsbiblio@comune.pisa.it

 

Dipartimento di Civilta e Forme del sapere

via Trieste,38 – Pisa

MASSIMO PASCA | “Nemico del mio tempo”

MASSIMO PASCA

Nemico del mio tempo

Esposizione di questioni aperte

22 Gennaio – 12 Febbraio 2012

Cinema Arsenale Pisa

NemicoDelMioTempo_MassimoPasca

Porre il pennello o la penna sul supporto e iniziare a tracciare il disegno. Andare avanti liberando sé, seguendo quel flusso creativo che ha origine nella propria coscienza senza sapere quale sarà l’approdo. Un dialogo tra artista e traccia che s’interrompe nel momento in cui, come dice Pasca, “il disegno diventa bello”, e lo storpia, proprio perché non è più frutto di una trascrizione immediata, automatica, ma ragionata. Così l’artista cambia per immergersi nuovamente in quel flusso e trarvi immagini autentiche, restituendole però con perizia calligrafica e precisione descrittiva propria di ogni buon racconto. Come i bozzetti e gli schizzi tanto cari ai collezionisti del genere per la loro incompiuta bellezza, che incuriosisce e invita l’occhio umano a essere conclusa, per l’esatto opposto i disegni, le illustrazioni e i dipinti di Massimo Pasca affascinano e rapiscono lo sguardo di chi li ammira. Dovizia di particolari caratterizzano divertenti personaggi, a volte ironici e irriverenti, che si affollano a far festa sulla superficie dell’opera – rigorosamente neutra. Si incastrano, insinuandosi l’un con l’altro, arrivando ad essere l’uno origine dell’altro in un ciclo continuo e senza fine, come un flusso di coscienza per immagini senza la punteggiatura, che cattura la nostra attenzione sin dall’inizio e non la lascia andare fino alla conclusione del racconto. Un racconto che assume ogni volta trame differenti di figure multiformi, componendo una scenografia su cui si stagliano interpretazioni soggettive di icone della nostra cultura, dandovi risalto, o viceversa divenendo l’anima di un soggetto più grande, totale, unico protagonista dell’opera che comprende in se tutte le immagini e ne è a sua volta compreso e restituito nel significato.

“Nemico del mio tempo” è il racconto, dalla trama singolare ed eccentrica, del flusso di coscienza dell’artista che grida ai disagi del suo tempo i cui protagonisti non sono altro che i personaggi-icone, caratterizzate da una sottile e pungente vena sarcastica. Ogni opera è una pagina di questo racconto da cui non si può non essere coinvolti.

Alessandra Ioalé – Storica dell’arte