Archivi tag: Ct

Parentesi Aperte: CT “Grand Tour” @ Studio D’Ars Milano

Parentesi Aperte: CT Grand Tour

a cura di Alessandra Ioalé

 

Dal 18 Novembre al 9 Dicembre 2014

Studio D’Ars Milano

 

La Galleria Studio D’Ars di Milano è lieta di presentare Parentesi Aperte: CT Grand Tour, la prima personale italiana dedicata all’opera del giovane artista torinese CT, con cui si inaugura anche “Parentesi Aperte. Personali espressioni contemporanee” il progetto a cura di Alessandra Ioalé per la nuova stagione 2014/2015 della Galleria.

Conosciuto a livello internazionale nel mondo del writing e della street art, la ricerca di CT si sviluppa nell’ambiente urbano e, in particolar modo, nelle aree ex-industriali della sua città. Le sue opere si sviluppano attraverso la scomposizione vettoriale delle lettere del suo nome ottenendone delle figure geometriche che si fondono in un tutt’uno con lo spazio circostante. Per questa occasione oltre a una serie di tele, realizzata ad hoc e giocata principalmente su variabili cromatiche di fondo, costruite sulla ripetizione seriale di uno stesso modulo compositivo definito, saranno esposte un’altra serie di oggetti, manufatti e foto per restituire al pubblico una sorta di compenetrazione concettuale tra esterno urbano e interno espositivo alla base dello studio dell’artista.

Prossimo appuntamento del ciclo sarà 108 con “Passaggi Concreti Venerdì 12 dicembre ore 18. 

Progetto Parentesi Aperte. Cinque personali espressioni contemporanee

 

Parentesi Aperte” è il ciclo di cinque mostre personali a cura di Alessandra Ioalé, che ha lo scopo di presentare al pubblico cinque personalità artistiche, operanti prevalentemente sul territorio italiano ed europeo, all’interno di Studio D’Ars di Milano, per la stagione 2014/2015, uno spazio nel cuore della metropoli che si propone di essere e che sta diventando punto di riferimento per la conoscenza e divulgazione delle tendenze che oggi caratterizzano l’arte contemporanea. Cinque personali espressioni molto differenti tra loro, sia per formazione che per soluzioni estetico-formali, ma con il comun denominatore nella cultura underground degli anni ‘90 e nella capacità di captare, di sentire e rispondere “insieme” alle stesse esigenze espressive e comunicative in assoluta sintonia con il resto d’Europa e del mondo, superando i confini naturali delle proprie discipline di riferimento, e per alcune anche quelli geografici. Artisti che partendo dai muri hanno la capacità di spandere la propria arte in oggetti, installazioni, tele e quant’altro, come particelle di loro stessi articolate in un più ampio discorso parallelo, o viceversa artisti che vogliono andare oltre il foglio di carta, oltre la tela, per raggiungere le grandi superfici murali, tutto per giungere al cuore di un pubblico sempre meno elitario. Un’energia creativa italiana inconfondibile e originale che ha scelto comunque di esplorare e sviluppare la propria ricerca in ciò che oggi è definita Arte Urbana, riuscendo a potenziarsi in reciproco scambio con le forze creative degli altri paesi.

 

La scelta dei cinque artisti nasce per empatia con la loro opera e per l’intesa che si è creata tra me, come storica dell’arte e come persona, e loro come persone portatrici di grande sensibilità estetica attraverso la quale plasmano il messaggio da trasmettere. Per ognuno compiremo un approfondimento critico sulla ricerca attuale dell’artista, aprendo cinque parentesi sul loro operato che ne metta in evidenza le peculiarità e le capacità di sviluppo oltre la propria disciplina di riferimento, in stretto rapporto con la propria esperienza di vita, sia professionale che quotidiana, al di fuori dei circuiti culturali istituzionali. Pur partendo dalla rielaborazione di tematiche diverse ed opposte vedremo una netta relazione tra il vissuto e il dipinto, tra il reale e il riprodotto. Cinque “parentesi aperte” che possano lasciare intuire ciò che può divenire in futuro, grazie all’analisi dello stile e della poetica che nel tempo sono diventati riconoscibili e caratteristici. Cinque “parentesi aperte” sulle personalità di CT, 108, Aris, Giulio Vesprini, Gio Pistone.

 

18 Nov. – 9 Dic. 2014

Parentesi Aperte: CT | “Grand Tour”

 

12 Dic. 2014 – 13 Gen. 2015

Parentesi Aperte: 108 | “Passaggi concreti”

 

20 Gen. – 20 Feb. 2015

Parentesi Aperte: Aris

 

3 – 24 Marzo 2015

Parentesi Aperte: Giulio Vesprini

 

1 – 28 Aprile 2015

Parentesi Aperte: Giò Pistone

 

Studio D’Ars Milano

Via Sant’Agnese 12/8

Dal Lunedì al Sabato, dalle 16 alle 19

tel. +39 346 6292285

Mail: danieledecia75@gmail.com

N.W.O. – New Wall Order

tumblr_n1k8ffa4l31r6yjhuo1_1280

Sabato 1 marzo lo Spazio Ansaldo di Milano ospita l’evento ‘New Wall Order’, un live-painting a cura di alcune delle voci nazionali più fresche e valide della scena street-art. Quelle di CT, 108, 2501, Eleuro, Ufocinque e Giorgio Bartocci; una line-up strategica, con sei interventi site-specific in un’unica grande parete.

Intitolato sarcasticamente ‘New Wall Order’ – storpiatura del ‘New World Order (NWO)’ di cui parlano i seguaci della ‘Teoria Del Complotto’ – il naming scelto dagli artisti rispecchia una cristallina presa di posizione verso ciò che è il ‘vecchio ordine’. Nessuna mania distruttiva quindi nel loro ‘nuovo ordine murale’, ma anzi la sete di una nuova e inedita visione creativa. ‘New Wall Order’ è un coro formato da sei tra i linguaggi più particolari del post-graffitismo, una parete da ritorno al futuro, il next level.

A stabilire i confini del ‘New Wall Order’ saranno quindi le lettere diaforiche di CT, le silhouette del lato oscuro di 108, le simbologie bi-lineari di 2501, le scene alla bizarro fiction di Eleuro, i labirintici miraggi di Ufocinque e i duplici soggetti danzanti di Giorgio Bartocci. Tutti artisti che sin dal principio del proprio percorso artistico hanno saputo scostarsi dal vecchio ordine, per dar vita al personale approccio creativo; in ‘New Wall Order’ ne daranno prova con una performance live.

Ad accompagnare il wallpainting, dalle 16 alle 22 si alterneranno in dj-set ‘electro-sintetici’ DJ Mad, Futureground e Asso Spades, dopodiché la big-guest della serata sarà il massiccio Jus-Ed (dalla Underground Quality Productions), che chiuderà il party come si deve.

New Wall Order
Underground street-art conspiracy!

Art:
CT
108
2501
Eleuro
Ufocinque
Giorgio Bartocci

Music:
DJ Mad
Futureground
Asso Spades
(dj-set dalle 16 alle 22)
The party continues with:
JUS – ED (Underground Quality) – NY.

XX x XX | VentiperVenti @ Studio D’Ars Milano

ventixventi_studio d'ars

Giovedì 12 dicembre alle ore 19 inaugura la collettiva “XX x XX” ideata e curata da Daniele Decia Direttore Artistico dello Studio D’Ars di Milano. Fino al 7 gennaio è possibile vedere presso tale spazio le 71 opere 20×20, diverse per fattura e genere, presentate in maniera uniforme e realizzate da 71 artisti, operanti in tutta Italia, che spaziano dalla Street Art al New Pop passando per l’Underground, il cui denominatore comune è “il contemporaneo”. 

Gli artisti partecipanti:

108, 9Periodico, Ak, Ale Senso, Nicola Alessandrini, Alice Pasquini, Aris, Awer, David Bacter, Francesco Barbieri, Giorgio Bartocci, Massimo Caccia, Camilla Falsini, Carmelo Cambareri, Chekos’Art, Corn 79, Crin, Ct, Giordano Curreri, Darkam, El Euro, Etnik, Fabrizio Fontana, FraBiancoshock, Frank Lucignolo, Gianmaria Giannetti, Gio Pistone, GLoois, Gosia Turzeniecka, Gue, Michele Guidarini, Halo Halo, Irwin, Kraser, Krio, Luca Ledda, Antonello Macs, Andrea Mangione, Marco Memeo, Mrfijodor, Mp5, Nevercrew, No Curves, Opiemme, Orticanoodles, Pao, Pier De Felice, Ale Puro, Ravo, ReFreshink, Denis Riva, Seacreative, Emila Sirakova, Cristian Sonda, Giacomo Spazio, Stencilnoire, Tellas, Tenia, Mattia Turco, U252, UFO5, Uno, Urbansolid, Urka, Giulio Vesprini, Vine, Vins Grosso, Emanuele Vittorioso, Fabio Weik, Zibe, Zorkmade.

Studio D’Ars

Via Sant’Agnese, 12/8 20123 Milano

Lun – Ven: 16.00 – 19.30

Pagina FB: Studio D’Ars

Evento FB: https://www.facebook.com/events/175048339367685/?fref=ts